martedì 16 febbraio 2016

GAME OF GODS

Si chiude una porta ma si apre un portone, che solitamente finisce sulla mia faccia, come le palle da calcio dei bimbi che giocano sul bagnasciuga o come il tappo di uno spumante che, attenzione, non porta matrimonio ma solo un occhio nero.
Spero vivamente che questa volta il portone si apra davvero, senza sorprese e senza ragnatele a mezz'aria. Potrei morirne.
Non sono credente quindi non dirò "Pregate per me", basta già mia nonna che mi accende i ceri in chiesa ogni domenica (e fino ad ora hanno solo portato sfiga), ma sperate, sperate che vada bene.
Me lo merito.

E.A.

6 commenti:

  1. ....e...?

    allora?! ché sta suspence ammazza!

    RispondiElimina
  2. Per certe cose ci vuole tempo... Si parla di mesi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo lenta! Noi qui intanto ci si asciuga
      :-D

      Elimina
    2. E ma non è colpa mia!! :'(

      Elimina
  3. Ma sti cazzi, non puoi pretendere che io preghi per mesi!
    Facce sapè

    RispondiElimina
  4. Ma Ragno, io chiedo l'esatto contrario!! Basta un piccolo pensiero, diciamo che con questo commento te la sei già asciugata.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...